ARRIVA L’INVERNO: PIGIAMA PESANTE O PIU COPERTE?

Molte volte siamo troppo freddolosi e ci copriamo troppo per dormire ma come dormire quando fa freddo: indossare vari strati o usare più coperte?

Dormire con un po’ di freddo è meglio

Quando comincia l’inverno (e durante i mesi autunnali) ci ossessioniamo nell’aggiungere continuamente coperte al letto e ad indossare calze che ci tengano caldo durante la notte.
Accendiamo il riscaldamento di continuo e indossiamo il pigiama per andare a dormire.
Tuttavia, questa opzione è positiva? In realtà, no. Dormire ad una temperatura esterna superiore ai 15 gradi non fa bene alla nostra salute (e neppure all’ambiente).
La sensazione termica nella stanza dev’essere tiepida se vogliamo mantenerci in buona forma fisica e riposare a dovere.
L’organismo può in questo modo attivare i suoi meccanismi di termoregolazione. Vale a dire che, se ci copriamo troppo per dormire, il corpo diventa “pigro”.
Quando dormiamo con troppi vestiti o coperte sul letto, inoltre, non possiamo muoverci liberamente e il sonno diviene poco ristoratore.
D’altro canto, se la temperatura ambientale si mantiene tra i 15 e i 19 gradi, l’organismo si
risveglia più facilmente la mattina e rimane più attivo durante tutta la giornata.
Al contrario, se fa troppo caldo nella stanza, rimaniamo intorpiditi.
Le temperature superiori ai 21 C impediscono al corpo di liberare l’ormone melatonina (che riduce il calore corporeo) e di equilibrare il cortisolo, relazionato con l’ansia, l’appetito e la depressione.

Quali temperature non vanno bene per dormire?

Il freddo è più facile da sopportare del caldo, soprattutto quando si tratta di dormire.
Quando fa caldo, cominciamo a sudare, ad avere sete e non sopportiamo le lenzuola. In inverno, tremare dal freddo o avere i piedi ghiacciati non è una buona opzione.
 Quando le temperature sono superiori ai 26 °C, sia che sia estate o che abbiate accesso il riscaldamento, il corpo suda per raffreddarsi. I vasi sanguigni si dilatano, la circolazione diventa più rapida e, a volte, si ha difficoltà a conciliare il sonno. Questo perché il cervello è impegnato a cercare di ridurre il nostro calore corporeo.

Se la temperatura della stanza, invece, è inferiore ai 12 C o non ci si copre a sufficienza, la mente rimane in allerta, allo scopo di aumentare la temperatura corporea. È probabile che si tremi e che i pori si dilatino. I vasi sanguigni si contraggono e il sangue circola poco nelle estremità (perché il poco calore si concentra nella zona degli organi vitali).

Consigli per dormire bene durante l’inverno

Tenendo conto della temperatura che dovrebbe esserci nella camera da letto, esistono alcune abitudini che possiamo mettere in pratica per dormire meglio quando fa freddo:
Bere una tisana
Uno degli aspetti migliori dell’inverno è la possibilità di godersi un bel tè caldo a letto. Una
bevanda calda prima di andare a dormire aumenta la temperatura corporea e ci permette di non doverci coprire troppo.
Non dimenticate che le tisane che contengono caffeina possono provocare insonnia.
Fare una doccia calda
Un altro dei piaceri dell’inverno. Un’ora prima di andare a dormire, fate una bella doccia calda, affinché il corpo si rilassi e mantenga alta la temperatura.
Se optate per un bagno caldo, invece, potete aggiungere sali o fiori secchi, gli effetti saranno
ancora migliori.
Vestitevi “a strati”
Probabilmente avvertirete freddo appena vi mettete a letto e, passati alcuni secondi, sentirete caldo.
Potete vestirvi a strati, in modo tale da potervi togliere qualcosa se sentite troppo caldo.
Vi sconsigliamo di indossare vestiti attillati, con bottoni, cerniere o altri oggetti che potrebbero darvi fastidio durante la notte.
Optate per un pigiama a due pezzi
Regolate il riscaldamento
Non fa bene dormire con il riscaldamento accesso tutta la notte.
Se potete, programmate l’ora in cui dovrà spegnersi l’apparecchio oppure accendete il riscaldamento un’ora prima di andare a dormire, per poi spegnerlo poco prima di mettervi a letto. Ricordate che la temperatura ideale per riposare bene sono 18 gradi.
Evitate le correnti d’aria
Se sotto la porta o dalla finestra entrano degli spifferi, la stanza potrebbe raffreddarsi durante la notte. Mettete degli oggetti che possano bloccare il passaggio dell’aria esterna all’interno della vostra stanza. In questo modo, nella stanza si manterrà la giusta temperatura e non avvertirete freddo.

Materasso in Memory

Il Memory ha la capacita' di prendere la forma del corpo, di conseguenza di notte vi accogliera' in un morbido abbraccio offrendovi una sensazione di minor freddo. Se la notte hai i piedi e le braccia ghiacciate e ancora non l hai provato...dai un occhio alle nostre proposte clicca qui